Il comparatore metrico multiuso

Sul retro del mio biglietto da visita c’è uno strumentino che può risultare abbastanza utile per chi pratica l’outdoor. In questa pagina sono descritte le varie funzionalità pratiche.

Il comparatore metrico, questo sconosciuto...

Se ne hai uno tra le mani probabilmente ci siamo conosciuti oppure ne hai trovato uno nei luoghi dove l’ho lasciato per farmi promozione. Il comparatore metrico (e granulometrico) è uno strumento utile in campo scientifico e della catalogazione: in special modo sono i geologi a farne un uso ampio soprattutto i geologi rilevatori.

A cosa serve?

Il comparatore serve fondamentalmente a fornire ad un'immagine fotografica una scala centimetrica di riferimento per consentire alla vista della fotografia stessa una reale comprensione delle dimensioni dell'oggetto fotografato. È lo stesso concetto per cui in assenza di comparatore si usa un altro oggetto di dimensioni note come una penna o una moneta.

Come si usa?

È semplice: si appoggia il comparatore vicino all'oggetto da fotografare cercando di fare in modo che esso sia sullo stesso piano del piano fotografico. In questa maniera il rettangolo del comparatore non viene distorto nella sua forma. La cosa in effetti è semplice a meno che non sia presente vento o non si debba fare una foto in verticale senza appoggio: in tal caso è possibile tenerlo in mano per un angolo.

Quali sono i possibili utilizzi?

Fotografia di rocce e affioramenti rocciosi, fotografie di campioni di collezioni museali quali fossili e minerali, fotografie naturalistiche in generale (flora, tracce di fauna come ad esempio penne, uova, borre di uccelli, fatte). Ampio uso di foto generali in cui serve un riferimento centimetrico.

Cosa c'è sul retro?

Sul retro sono stampati i riferimenti della mia attività di Accompagnatore di media montagna. Punto.

Istruzioni per gli usi

Non solo comparatore metrico e granulometrico, ci sono altre piccole “chicche”, ecco l’elenco dei vari usi possibili.

Comparatore metrico e granulometrico

Come già detto basta che appoggi il comparatore nel campo fotografico in maniera che il suo piano sia il più possibile parallelo all’obiettivo (o piano) fotografico. In caso di estremo vento o fotografia verticale in cui non è possibile un appoggio del cartoncino basta tenere in mano il comparatore prendendolo per un angolo. Et voilà, la foto avrà il suo comparatore metrico di riferimento.

È possibile comparare la dimensione lineare in centimetri, la dimensione dei clasti di una roccia o dei granuli di un sedimento sciolto (sabbia, ghiaia fine, granuli comparativi da 1 a 5 mm) ed è possibile mettere il comparatore in posizione tale da indicare il nord geografico nel caso, naturalmente, di interesse relativo a quel dato.

Comparatore centimetrico

Ti interessa avere solo un riferimento centimetrico di ciò che stai fotografando? Avvicina il comparatore all’oggetto e scatta la foto, come in questo esempio di un cristallo di gesso raccolto nel Parco Regionale della vena del gesso romagnola.

Comparazione di un cristallo di gesso, Parco Regionale della vena del gesso romagnola, maggio 2024.
Calcolo della penzenza di un versante su una carta escursionistica Tabacco.

Misuratore pendenza versanti su carta topografica al 25.000

Stai progettando un trekking o una uscita di scialpinismo e vuoi avere una idea di sul valore in gradi della pendenza di un versante? Ecco che sul bordo superiore del comparatore è presente una scala che permette questo calcolo direttamente su una carta topografica in scala 1:25000, la scala maggiormente utilizzata dalle principali case produttrici di carte per l’outdoor.

Ti basterà far combaciare le distenze delle curve di livello del versante analizzato con le linee della scala stampata sul comparatore.

Misuratore distanze su carta topografica al 25.000

Sul bordo destro del comparatore troverai una semplice scala di conversione, sempre per carte escursionistiche in scala 1:25000, che permette di sapere velocemente la reale distanza lineare tra due punti.

Nell’esempio, 1750m circa tra Casera Razzo e il Rifugio Fabbro, Sella Ciampigotto (BL).

Calcolo della distanza lineare in scala 1:25000 (1cm = 250m).
Utilizzo del righello per tracciare una linea retta precisa precisa.

Piccolo righello

Sembra inutile sottolineare la presenza sul bordo sinistro di un semplice righello. Sfruttando lo spessore del cartoncino da 350gr è possibile anche tracciare linee sulla carta topografica per, ad esempio, il calcolo di un azimuth o per qualsiasi altro utilizzo in cui serva una linea retta proprio dritta.

Un righello è un oggetto semplice, meglio averlo piuttosto che no.

Spessore per tavolini traballanti

Che noia questo tavolino al bar che traballa e la birra di fine gita rischia di cadere sul pavimento. Ecco che con questo utilizzo inaspettato del comparatore metrico nonché biglietto da visita – et voilà! – uno spessore per rendere il tavolino stabile.

Certo, se ripiegato su se stesso, il comparatore si rovina e lo si rende inutilizzabile. Basterà venire ad un’escursione per ottenerne un altro, giusto?

Piegato più volte diventa uno spessore efficace contro i tavolini traballanti fastidiosi.

Alcune uscite in arrivo che magari ti interessano...

Beh, insomma, alla fine dei conti magari potrebbe pure interessarti uno dei trekking che ho messo in programma. Questi elencati sono alcune suggestioni tra i prossimi in arrivo.

Marettimo, trekking alle isole Egadi
confermato
ultimo posto disponibile

Marettimo, trekking alle isole Egadi

Un’isola intera da camminarci sopra, che spettacolo!
17-22 maggio 2024
Le-creste-del-monte-baldo_copertina
confermato
sold out

Le creste del Monte Baldo

Due giorni sul filo di cresta, un occhio al Lago di Garda, l’altro alla val d’Adige
8-9 giugno 2024
confermato
posti disponibili

Marmarole runde

Il giro ad anello di uno dei gruppi montuosi più selvaggi delle Dolomiti
5-7 luglio 2024
definito
sold out

Trek&Sketch in Dolomiti

Workshop itinerante di acquerello en plein air con Barnaba Salvador e Paolo Adami
12-14 luglio 2024

Richiesta informazioni

Sei colpito da questo oggetto a tal punto di pensare di iscriverti ad un mio trekking per averne uno? Sappi che faresti bene, anche perché sono introvabili (e richiestissimi…).

NOTA. I campi Nome, Email e Messaggio sono necessari per l’invio.

Newsletter

Forse preferisci una buona vecchia ma pur sempre efficace e-mail perché sei un tipo che segue poco i social network?
Allora iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle attività proposte.
La newsletter ha cadenza mensile e vuole essere uno strumento poco invasivo.
(Se ti iscrivi potresti avere sconti oppure offerte speciali sulle escursioni future.)

NOTA. Tieni conto sempre che il sito web è sempre la fonte più aggiornata per quanto riguarda il calendario delle attività.

Richiedi informazioni